Pagi

(titolo alternativo: “Topolini Di Campagna”)

 

Fra le tante lagnette dei cagnolini unionisti [che poi si scopre che di solito sono magari anche monarchici o peggio (fonte: sensazione mia e nulla più) – ma questa è un’altra storia] ce n’è una che mi picchia direttamente sull’amigdala: la giaculatoria secondo cui gli abitanti dei capoluoghi o delle capitali votano bene, ma purtroppo quei trogloditi della provincia… come sempre, eh, dai pagani antichi ai vandeani francesi.

A me risulta però che il topolino di campagna di oggi legge le stesse stronzate su internet, (non) compra gli stessi giornali, (non) ha letto/legge gli stessi libri, subisce la stessa televisione, ha il telefono l’elettrificazione e financo il motore a scoppio (e in questo è oggettivamente avvantaggiato: mediamente perde molllllto meno tempo a cercare parcheggio).

E in più c’è caso che sappia ammazzare e pulire un pollo, mentre di noi topolini di città solo i migliori lo sanno anche solo tirare fuori dal cellophane.

Essù.

 

Annunci
Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, In Marcia!, Ma Anche, sapevàtelo, so' ragazzi, tempi moderni, UsqueTandem | Lascia un commento

Mi Son Svegliato

 

 

una mattina
mi son svegliato,
oh bella…
(canto popolare)

 

Io trovo gli irredentismi i separatismi e gli indipendentismi un po’ antistorici; tuttavia non è che siano delirio ebbasta, come essere terrapiattisti o cristiani o lazziali.
Quando l’indipendentista dice aho e se esistono il Kuwait il Kosovo e financo il Lussemburgo non si capisce perché non può esistere
il inserire_landa_a_piacere_anche _immaginaria per cui batte indefesso il mio cuore, io non so rispondergli.

Tutt’al più vedo un sacco di dedizione sprecata, ma ognuno faccia delle sue dedizioni e – avendone – dei suoi talenti quello che crede;  lo stesso indipendentista di appena sopra potrebbe aggiungere aho e se c’è chi gioca alla play, chi ingrassa i pagliacci e i magliari della tele, chi suona (male) il inserire_strumento_impervio_a_piacere perché io non posso edificare – o tentare di – una PiccolaPatria di mio gusto.

Per carità. Fai, fai.

Però oggi mi sono svegliato più unionista del solito, anche se a basso livello.

Mi spiego: leggo che uno dei problemi più spinosi del brexit – uno degli indipendentismi che, per quanto antistorico, a suo tempo mi vide favorevole e tale mi vede tuttora, anche se sono ogni giorno più scettico sul suo reale avvento (ma vedremo) – è la (non)frontiera fra Irlanda e Irlanda del Nord. Gli Irlandesi, forti anche di un altro sudato trattato a seguito di un altro conflitto, non ne vogliono sapere.

La soluzione che adotterei io, se mi lasciassero comandare per un po’ – eventualità che, per fortuna di tutti, si può serenamente escludere – è l’unificazione forzata e unilaterale dell’Irlanda.

Gli orangisti e limitrofi (e penso alla galassia degli attivisti giudei ritratti in “Brian Di Nazareth” – ma un po’ anche ai Nazisti Dell’Illinois) sarebbero un po’ scontenti, immagino. E se facessero sul serio – e trattandosi di esseri umani sarebbe anche verosimile – farebbero assaggiare alla matrignamadrepatria un po’ dell’amara medicina con cui essa ha rotto il cazzo al mondo intero per  tre o quattrocento anni (con tutto il rispetto e l’ammirazione per Jonathan Swift, John Mallory, Bobby Sands, et.al. – sia chiaro).

E mi sa che io, dalla mia sedia a dondolo, tiferei per loro. Magari a intermittenza, secondo come mi sveglio.

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, 88, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, gialla come er sole, Le Magnifiche Sorti, lo Strumento si studia a casa... e da piccoli, Ma Anche, Noirtier de Villefort, Oh, Alamiro!, quelli bravi, Radici, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni | Lascia un commento

…MaSsssì! (Relativismo Relativista)

 

quando si spara si spara,
non si parla.
(Tuco Benedicto
Pacifico Juan
Maria Ramirez
detto Il Porco
– tutto a memoria*, ma ci
potrei scommettere
e ditemi bravo
da “Il Buono Il Brutto Il Cattivo”, Leone)

 

Seguo – e, sporadicamente, vi metto bocca – il dibattito sulla legittima difesa e relative casistiche almeno da quando quel povero biondino lazziale (povero in quanto lazziale ma anche in quanto molto furbissimo – non so se aggiungere “da vero lazziale”) concepì e attuò la frizzante idea di fare lo scherzo al suo amico gioielliere*; per dire, insomma, da un bel po’ di tempo.

La mia opinione di base, che qui vi riassumo in “il rimedio è peggiore del male”, non sarebbe cambiata nel corso degli anni, e continua a sembrarmi la più ragionevole; se non che

…nel frattempo sono diventato relativista vhemt e malthusiano, e d’altra parte ho perso strada facendo gran parte – per non dire tutto – di quell’ “Amore” che secondo il comandante Guevara sarebbe la prima qualità del Rivoluzionario.

E dunque: fate, fate.

 * ormai mi ricordo
solo le cazzate
(da “Gente di Roma”, Scola)

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, gialla come er sole, In Marcia!, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Noirtier de Villefort, Questa è la divisa che consente, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, so' ragazzi, tempi moderni | 2 commenti

Roma Sparita

(titolo alternativo: “Vecchia Roma”)
(titolo alternativo: “Preconciliare”)

Vai a Roma, presentati a Cesare.
Digli: “tutta la Gallia è conquistata”
Lui chiederà: “tutta?”
Tu rispondigli: “tutta.”
[Goscinny-Uderzo: “Asterix e…
(boh. Forse “Il Regno Degli Dei”
abbiate pazienza con questo
povero vecchio rincoglionito)]

 

 

Il mio blog fantasy preferito gronda dispetto cordoglio pianto e stridor di denti per la conclamata e aperta, trionfale e trionfante frociaggine che si è impadronita del clero cattolico a tutti (tutti? Tutti) i livelli.

Sebbene costì bannato ho creduto bene di unirmi al dibattito con un (inestimabile, da par mio) contributo storico-artistico-teologico: quello che segue.

 

I Pastori Di Prima

– Padre… – dite il confiteor – l’ho detto
– l’atto di contrizione? – già l’ho fatto
– avanti, dunque – ho detto cazzomatto
a mi’ marito, e j’ho arzato un grassetto

– poi? – pe’ ‘na pila che me roppe er gatto
je dissi fuor de me: sii maledetto!
e è cratura deddio! – c’è altro? – tratto
…un giuvenotto, e ce so’ ita a letto

– e qui, cos’è successo? – un po’ de tutto
– cioè? sempre, mi immagino, pel dritto…
– pure a riverzo – oh, che peccato brutto!!!

dunque in causa di questo giovanotto
tornate, figlia, col cuore trafitto,
domani a casa mia verso le otto

(Belli, millottocentoespicci – a moribonda memoria del MidiMe, cosicché non fatemi troppo i fiscali quanto a ortografia e punteggiatura, grazie)

Sebbene bannato, strapperò forse un mezzo mesto sorriso a qualcuno dei negri moderatori del blog, o forse al titolare stesso; e con questo la buona azione quotidiana è fatta.

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, Blogroll, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, quelli bravi, Radici, Sedia A Dondolo, tempi moderni, Vero Uomo | Lascia un commento

Quasi

 

Le scarpe Acme con le molle gliele hanno ammesse (qui stranamente si sorvola – lo confessano sussurrano verso il fondo del pezzo quest’altri); il plotoncino di lepri – un tempo erano proibite anch’esse, come molte altre cose curiose, tipo le gomitate in faccia nel pallone – pure. Eppure non ce l’ha fatta nemmeno stavolta.

Peccato.

(io pure so’ uscito, eh… stranamente so’ andato più piano di ieri e più forte di domani. Ma non di dopodomani: ho deciso che mi munirò delle scarpette magiche anch’io, costi quel che costi)

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, gialla come er sole, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Magara, quelli bravi, sapevàtelo, tempi moderni, un po' stanchino | Lascia un commento

Il Nuovo

 

Ne ricordo (almeno) anche un altro, che approfittò di una posizione preminente ma transitoria – balneare, o quasi – per vincere a una cadrega “stabile” più prestigiosa, o forse solo più comoda, di quella che aveva già.

Il nuovo è costituito dal fatto che – sempre se non ricordo male – i concorrenti di quello si ritirarono, paventando la disfatta. In attesa di tempi migliori.

Tempi migliori nei quali i concorrenti di questo odierno a quanto sembra (e come dar loro torto) disperano. Aho, tanti auguri.

Niente nomi, come (quasi) sempre. In questo blog si tratta, occasionalmente, di miserie; (quasi) mai di miserabili.

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Noirtier de Villefort, quelli bravi, Questa è la divisa che consente, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, UsqueTandem | Lascia un commento

Il Coatto

(titolo alternativo: “Il Guascone”)
(titolo alternativo: “Bandiera Nera – Teschio&Tibie Seguiranno”)

 

Non conosco gli antefatti, e qualcosa mi dice che gli sviluppi me li perderò, in un modo o nell’altro;

ma

io nella plateale onesta innocua carezzina a freno altrui leggo solo un plateale onesto innocuo avviso: io a quelli come te mi’i lego ar cazzo.

Ditemi quello che volete, ed eventualmente squalificate anche me.

(per quelli che

aaaaaaah ma il motociclismo è già uno sport pericoloooosooooo

umile nota un po’ sprezzante:

e infatti per quello hanno inventato anche l’uncinetto)

 

Pubblicato in Accomodante, AriaFritta, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Li porta sempre così o...?, Ma Anche, quelli bravi, sapevàtelo, tempi moderni | Lascia un commento