Ancora Invidia

(titolo alternativo: “Meglio Venirci…?”)

 

Oggi mi capriccia, diletti treggatti, di deporre nel vuoto circostante un sondaggio sull’Invidia, però sportivo:

Se costretti, chi invidiereste fra

???

…daje, snelli sereni e equanimi.

 

Annunci
Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Chi Se Ne Frega, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni | 2 commenti

Artificiale Sarà Lei

 

Che lavorone, la Squadra Catturandi! altro che calcolo delle proporzioni, riconoscimento automatico, 3D:

 

…si paventa però che il diabolico latitante potrebbe ancora beffare gli inseguitori, magari confondendoli con una maglia della Sampdoria.

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Chi Se Ne Frega, gialla come er sole, Ma Anche, quelli bravi, Questa è la divisa che consente, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, Sud, tempi moderni | Lascia un commento

Mezzo G

 

Capisco, signora; un po’ come quando dopo che hai comprato un clarinetto continuano a mandarti le offerte per lo stesso clarinetto – a 150 bellileluretti demeno.

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Diti, E Chi Se Ne Frega, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Oh, Alamiro!, quelli bravi, Sedia A Dondolo | 4 commenti

On The Road Again

 

La Primula Secca è di nuovo irreperibile; grazie anche, direi, alla felpata e silente discrezione delle autorità competenti limitrofe e remote.

Ammirevole la vitalità.

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Ma Anche, Noirtier de Villefort, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni | 2 commenti

Made In Italy!!!

(titolo alternativo: “Archeologia Sottoculturale”)

Chi scrive, diletti treggatti, è tifoso (vorrei scrivere “appassionato”, ma la passione è oltre) di droni da prima che esistesse la parola; facciamo da quando James Stewart dileggiava l’Eroe de “Il Volo Della Fenice” chiamandolo “progettista di aerei-giocattolo“. Da un bel po’, dunque.

Leggo che una prestigiosa azienda italiana spera di vendere venti droni di sua produzione allo Stato, alla modica cifra di 766 milioncini di leuretti, e così salvarsi dal fallimento. Come spesso accade in questi casi, mette avanti anche un migliaio di posti di lavoro, come il barbone col cagnetto.

Ma vediamolo, il prestigioso e prodigioso apparecchio:

…uno dice il drone cazzo! Un velivolo radicalmente diverso, non vincolato alle fisiologiche limitazioni umane, a cominciare dall’abitacolo; può fare virate a venti G, non c’è F18 che, ma manco in sogno…

…e infatti questi hanno preso il disegno di un arioplano di pubblico dominio, probabilmente da “I Quindici” (eddaje, tanto ormai s’è capito quanto so’ vecchio), hanno oscurato il cupolino (come si faceva ai tempi del superbollo per omologare la Uaz come autocarro: dovevi annerire il lunotto e i vetri dietro; ah: l’ho già detto che so’ vecchio?) con una spruzzata di vetroresina in tinta, e tiè il drone. Al modico prezzo di 766000000/20.

Questi sì che so’ soldarelli ben spesi, altro che il reddito di cittadinanza.

[io ciavrei un progetto alternativo: lasciare il cupolino trasparente e mettere dentro un dummy o altro pupazzo (magari quelle bambole realistiche che vendono e affittano per il sesso – ne ho già parlato qui anche se non ricordo quando, né perché), possibilmente accompagnato da un cagnetto; al fine di ingannare un ipotetico aereo nemico e impietosirne il pilota, scongiurando l’abbattimento – certo anche che se il nemico manda un drone stamo da capo a dodici]

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, quelli bravi, Questa è la divisa che consente, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, Sud, tempi moderni, UsqueTandem | Lascia un commento

Invidie

 

Oggi si porta la ka$ta, e vabbè. Per chi come me è stato – e in qualche modo ne porta i segni o almeno l’imprinting – comunista (mi si perdoni la parolaccia) è un classico l’invidia di classe, declinata a volte in odio, per chi ancora ce la fa.

Ma oggi voglio mettere sotto i riflettori di questo genuino anche se spesso patetico sentimento

quel segmento di umanità che si guadagna da vivere, e lautamente (presumo; e comunque non vedo motivi per dubitarne), producendo gli atti necessari a riconoscere, e dunque a certificare, e dunque a proclamare, e dunque a propalare la notizia/nozione giù giù fino a me,

che

i muretti a secco sono Patrimonio dell’Umanità.

Complimenti comunque, eh. E un brindisi!

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Avventure di Smerdjakov, Ma Anche, Noirtier de Villefort, quelli bravi, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni, UsqueTandem | 1 commento

Che Bel Tramonto

 

Sostiene l’Ammiraglio Kanarinis che se lo lanciano sul mercato significa che le applicazioni militari sono già molto avanti. Vent’anni, diciamo. Sottotenenti, diciamo.

Buon tramonto.

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, arbeit macht frei, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Noirtier de Villefort, sapevàtelo, tempi moderni | Lascia un commento