Nimby…?

 

…mai avrei nemmeno lontanamente immaginato che sarebbe finita così! Coi Giapponesi, poi!

E altrettanto presumo di chiunque altro.

(oh, non che tema per me stesso: per quando qualche stilla di cotali chiare fresche dolci acque arriverà nel bicchiere mio sarò verosimilmente già morto di qualcos’altro. O magari di qualche “fuga” analoga ma più antica; che so, Three Miles Island. Ma se avete figli, peggio per mi dispiace per loro – e per voi)

 

Annunci
Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, In Marcia!, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, quelli bravi, sapevàtelo, so' ragazzi, tempi moderni | Lascia un commento

Di Nuovo Sulla

[PastoreUnno mode /on]

 

Il MidiMe (LaSignora, in realtà. Il MidiMe segue, stoico) cambia casa – e dintorni – di nuovo.

Persino il PastoreUnno lo eviterebbe volentieri se potesse, decrepito com’è. Gli altri componenti della Legione ve li lascio immaginare.

Incredibile quanta monnezza ti si appiccica quando stai fermo; anche in poco tempo, anche se ci stai attento.

E a proposito di monnezze il MidiMe ha inanellato alcune azioni riprovevoli, negli ultimi giorni; soprattutto riguardo la raccolta differenziata, ma anche nei rapporti con ditte di traslochi, aziende di fornitura, enti pubblici (intendo: con i loro agenti in terra. Dell’ente in sé, anche sticazzi).
L’autostima non ne ha risentito poi troppo: ormai da tempo sappiamo con chi abbiamo a che fare. Ma se venisse fuori che avevano ragione i nostri vicini buddisti serviranno sei o sette vite oscure umili e faticose (ma soprattutto eccezionalmente virtuose) solo per smaltire il karma cattivo accumulato in tre giorni.

Mi preparo a dissapori – o peggio – con la CompagniaAerea a proposito del passaggio del sassofono superstite.

Addio al balcone.

Addio al prosseneta di pianoforti.

Arrivederci a nun se sa quando a internet, al (ai) blog, ai treggatti.

 

Pubblicato in 88, arbeit macht frei, AriaFritta, Blogroll, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, La Signora, Le Avventure di Smerdjakov, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Oh, Alamiro!, Radici, sapevàtelo, tempi moderni, UsqueTandem | 2 commenti

Alta Strategia

 

Sostiene l’Ammiraglio Attila Kanarinis, mio consulente militare, che quando hai bisogno di un miracolo invocare uno dei Santi più prestigiosi, tipo SanGennaro, SantaPassera o SanPadrePio, può non essere una buona idea.

Essi, pur collaudati e manifestamente efficienti, potrebbero non avere più interesse a performare.

Meglio scartabellare le pratiche pendenti presso la CongregazioneDeiSanti, e individuare qualche oscuro candidato che, desideroso di essere (ri)conosciuto dagli operatori, dai colleghi e – perché no – dal grande pubblico, potrebbe essere disposto attualmente ad evadere qualche supplica.

Cosicché se in un futuro prossimo o più verosimilmente remoto mi leggerete raccontare del mio fiammante negozio di strumenti musicali, saprete per certo che la prescrizione* del mio attaché ha funzionato, e potrete provare anche voi. E anche se cominciate da subito, sulla fiducia, non mi offendo. Anzi.

* mi sono chiesto se fosse opportuno condividere il mio Patrono con voi, diletti treggatti, e senza nemmeno consultarmi con l’Ammiraglio (potrebbe indispettirsi per la mia petulanza, e deplorare la mia scarsa autonomia; in fin dei conti aho questi sempre nazisti so’…) mi sono risolto per il Sì: Al ServoDiDio mancano ancora vari miracoli per ascendere all’Onore Degli Altari, e la mia devozione persino attiva potrebbe attirare più benevolenza su questo umile vostro sottoscritto

 

Pubblicato in Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Oh, Alamiro!, Radici, sapevàtelo, tempi moderni | Lascia un commento

Ma Quale Ka$ta

(titolo alternativo: “Senza Chiedere Nulla A Nessuno”)

 

L’Onorevole si rifà una vita. Brava!

Mica come tutti gli altri pezzigrossi che entrano nei consigli di amministrazione delle banche o delle ex o future ex municipalizzate. Lei, faccia al vento, caccia un duecentomila e si dà al taxi.

Poteva aprire o rilevare una libreria, visto il curriculum; certo sarebbe stato scontato (oltre che pessimo investimento).

Auguri.

[se facessi un cinque più uno – o un cinqueanni a montecitorio – io probabilmente rileverei un negozio di strumenti musicali (lo sapevate? ogni volta che dài laik a un gattino su fesbuk muore un negozio di strumenti musicali) e fallirei entro l’anno. Ma sticazzi, si vive una volta sola]

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, Le Avventure di Smerdjakov, Ma Anche, Oh, Alamiro!, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni | Lascia un commento

“Ma Cosa Mi Dici-Dici Mai”

 

Tutti voi sapete, diletti treggatti (e quelli che non lo sapessero stanno per abbandonare sì incresciosa condizione, perché sto per raccontarglielo io) come si fa carriera nell’Università:

chiusi in un antro fumoso e oscuro irto di cavi ingombro di alambicchi e percorso da brevi fiammate e scariche di elettricità, si lavora agli Esperimenti; e, una volta raggiunto il Risultato – di solito Il Mostro prende vita, ma non è che sia sempre necessario un esito tanto vistoso, può bastare che si sollevi un chiodo di qualche millimetro – si convoca la Comunità Scientifica e lo si dimostra. Quelli ci pensano un po’ su, riproducono l’Esperimento, se gli va e se il budget del Dipartimento glie lo consente, e poi ti acclamano Professore Ordinario Dell’Arte Tua in una Università a tua scelta.
Non è molto difficile: basta un po’ di culo e un po’ di tempo.

Né è poi tanto diverso nelle Scienze Umane-Giuridiche-Chiacchieristiche-Supercazzorologiche:

dal tuo scrittoio entri nelle corti degli antiqui huomini, che ti ricevono amorevolmente, e lasciano persino che senza vergogna li domandi della ragione delle loro azioni. E quelli per loro humanità ti rispondono…!

Daje e daje, tutto ‘sto traffico arriva all’occhio di qualche magnifico ambasciatore, che ti impancherà in Cattedra come meriti. Se necessario manderà dei birri a strapparti al tuo scrittoio, perché tu restituisca all’Umanità il Sapere accumulato – naturalmente dietro compenso.

Tutt’al più, se proprio vuoi essere elegante, starai attento ai plagi. Ma nemmeno è strettamente necessario, il più delle volte qualcuno se ne accorgerà solo quando è troppo tardi. E a quel punto potrai sempre dire che è stato quell’asino del tipografo, che ha tolto tutte le virgolette a tua insaputa, per risparmiare sulla composizione.

***

Scopro invece, grazie a una meritoria inchiesta di LaRepubblica (io non leggo LaRepubblica: a differenza degli antiqui huomini ella ti riceve amorevolmente solo se paghi – ma ho le mie spie) che il Travicello regnante (dovrebbe essere quinto, ma ho perso il conto; faccia fede la data del post) avrebbe vinto la Cattedra che occupa – o meglio: che tornerà a occupare una volta deposto da dove è ora – grazie a qualche contiguità, ehm, extrascientifica con chi glie la assegnò. Contiguità che qualche maligno potrebbe anche chiamare “cordata”.

Inaudito, davvero!

Grazie per lo scoop. Sto desiderando abbonarmi a LaRepubblica per non perdere mai più nessuno di questi meravigliosi lavori. Al limite, se questo paululo patrimonio lo comportasse, posso smettere il tabacco e/o il vino.

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, In Marcia!, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, quelli bravi, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, so' ragazzi, tempi moderni | Lascia un commento

Digli Di Sì

(titolo alternativo: “Per Di Qua”)

 

Ma digli di sì.

Tanto da qui (nel senso di lì) a lì (nel senso di là) è tutto asciutto, una passeggiata di salute. Ci passano treni, tassì e cammi. Si può fare pure l’autostop (se non sei negro è più facile magari, ma insomma).

Quelli ormai la Germania sanno che c’è, e dov’è; in un modo o nell’altro ci torneranno, se ci tengono tanto.

Che ti frega.

E sorridi.

 

Pubblicato in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Ma Anche, sapevàtelo, Sud, tempi moderni | Lascia un commento

Scuse

 

Oggi vorrei presentare scuse pubbliche e formali ad alcuni bersagli usuali del mio disprezzo, come i terrapiattisti gli antivaccinisti e i creazionisti.

…è che in un blog di supercazzore politico-filosofiche durissime forbitissime irtissime di subordinate doppie e triple negazioni e parole e frasi latine francesi e crucche che leggo per ricrearmi fra un blog fantasy e l’altro, leggo a un certo punto (in un commento, dunque il tenutario e gli altri frequentatori – fra i quali io – potrebbero essere assolti, azzarderei; almeno fuorché dall’accusa di perditempo) che

[Il] dominio della natura (natura non umana) […] è stato raggiunto dalla specie umana

Senza ironia apparente, o quantomeno apparente a me.

(a meno che la mia scheda dell’ironia non sia finita a fare compagnia alla mia scheda del bene e del male)

Ah: all’elenco dei destinatari delle scuse aggiungo anche i blog fantasy; e i lazziali.

 

Pubblicato in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, Blogroll, cazzeggio libero, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, E Chi Se Ne Frega, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, Noirtier de Villefort, quelli bravi, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, tempi moderni, UsqueTandem | 2 commenti