Sea Cabs

(titolo alternativo: “La Via Più Breve”)

 

Mi chiedo spesso come mai non c’è – o almeno, io non ne ho notizia – una lunga e anzi ininterrotta teoria di gommoni zattere sandolini carichi di rifugiati, o migranti, o quantomeno naufraghi, che tentano la traversata fino alle coste o almeno alle acque territoriali ché poi da lì è fatta, di Gibilterra. Assistiti magari lungo (“lungo”, beh… si fa per dire) la rotta da qualche amorevole ONG; che so, due bottiglie d’acqua, due taniche di gasolio, una spintarella.

…cazzo, Gibilterra è lì. A vista. Non è che ci voglia Magellano. E chiedi asilo al favoloso Regno Unito, mica alla Spagna o, absit iniuria verbis, all’Italia…

L’amm. Attila Kanarinis, mio personale consulente militare diplomatico e geopolitico, sostiene che ci sono truppe speciali britanniche che affondano gli aspirantinatanti ancora sulle spiagge marocchine.

Ma io non gli credo.

Dunque mi chiedo: come mai non c’è – o almeno, io non ne ho notizia – una lunga e anzi ininterrotta teoria…

?

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in ...ma il più delle volte, Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, Le Magnifiche Sorti, quelli bravi, sapevàtelo, Sedia A Dondolo, Sud, tempi moderni. Contrassegna il permalink.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...