Puttanone Vaticano Akkì

(titolo alternativo: “Sellate La Mula! Consultate il Calepino!”)
(titolo alternativo: “Vi Prostrate! Innanzi Al Re! Che Iddio Protegge!”)

 

Chi è capitato in questo blog, persino quelli che ci sono inciampati alla ricerca di PompiniFreschi, sa bene che una espressione come “puttanone”, vaticano o di altra nazionalità, non è, in sé, del tutto aliena al mio lessico.

Ma tutto sommato dormo sonni abbastanza tranquilli, perché d’altra parte non sono solito abbinare epiteti a una persona in concreto, e men che meno una persona reale, vivente e dotata di capacità giuridica.

In particolare “puttanone vaticano” non lo scriverei nemmeno della Sig.ra Di PiazzaMontanara Santaccia: non mi sembrerebbe elegante, e poi hai visto mai saltassero fuori dei discendenti viventi abbienti e suscettibili.

Ma, toccato dalla gogna che il Sig. Prof. Cuor. D. Leon. Edoardo Zamarra* si autoinfligge lieto a scanso di guai (putativamente) peggiori, vorrei esternargli la mia commiserazione: per la disavventura, ma soprattutto per la complessione e la virile dirittura che il buco e soprattutto la toppa evidenziano.

Quanto all’altro, l’Attore, ci annuncia stateve accuorte che Sua Eccellenza se ne acchiappa uno lo sfragna, essendo che Lui è Lui, ha e può.

Grazie, Eccelle’; essendo che è così almeno dai tempi del PreteGianni, ce lo sapevamo già.

E anche sapevamo già che il Marchese DelGrillo che se gli gira ti schiaccia sotto le carte bollate oggi siete Voi.

Al limite, prendiamo atto dell’incontenibile e incontenuta modestia con cui lo annunciate urbi et orbi.

* si, è un umile saluto

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in ...ma il più delle volte, Accomodante, Blogroll, Dice Il Saggio, Diti, E Che So' Pasquale?, L'Immondo Sangue Dei Negri, Le Avventure di Smerdjakov, Ma Anche, Questa è la divisa che consente, sapevàtelo, tempi moderni, UsqueTandem. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Puttanone Vaticano Akkì

  1. Andrea Taglio ha detto:

    Fare una zaccata come insultare apertamente qualcuno in quella maniera merita sicuramente una reprimenda – se la cosa diventa ingestibile a livello personale immagino ci siano poche alternative all’intervento delle forse dell’ordine, celerini, paracadutisti e, all’occorrenza, nuclearizzazione.
    Poi che il leone da tastiera capisca il proprio errore e se ne scusi, questo lo trasforma davvero in un cuor di leone: onore al merito e ai “cojones” dell’emerito prof.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...