Aldo Fabrizi Contro Attila

arbitro: Seneca
spettatori: 3 (il Fanciullino, Il MidiMe, Smerdjakov)
assenti ingiustificati: 1 (Nortier de Villefort)
telecronaca: Marino Voglio

(spinoff o scaramuccia laterale: questo post doveva intitolarsi “Canto Notturno Di Un Pastore Errante dell’Asia”; ma Aldo Fabrizi ha osservato ma chiccazzo te credi da esse’ a fanatico e ha fatto suo lo scambio)

Si staglia un cambio cicciotto all’orizzonte. Trasferimenti, traslochi, visure, trattative, passaggi di proprietà. Burocrazia. File.

Il Pastore Unno, di solito poco socievole e silente; ma più giovane, più leggero, più sconsiderato e perciò più reattivo, ha (stra)parlato per primo, sentendosi chiamato in causa direttamente:
Beh. il flauto è nella bisaccia e la bisaccia è appesa alla sella*; e nemmeno sarebbe la prima volta: possiamo andare.
Con ciò consegnando** (fetida millanteria!) il consenso di tutta La Legione.

Il povero Aldo Fabrizi, che nel tempo era andato estendendo e consolidando la sua influenza e la sua preminenza su tutti gli altri piccoli demoni, fino ad assurgere a un rango quasi imperiale, e oserei: quasi semidivino,

in previsione del maremoto di
pacchi e spacchi smontaggi (i cavi! bisogna disaggrovigliare I CAVI!!!) e montaggi carichi e scarichi;
“questo lo buttiamo? questo lo lasciamo a zia Ermenegilda? questo lo ricompriamo di là?”;
visite di presunti acquirenti;
visite a possibili venditori;
baci abbracci e commiati vari, ipocrisia qb;
addio al parchetto dove corre – o così crede lui (ipocrisia qb);
addio alla pennica;
chilometri su chilometri su chilometri di andirivieni, per cielo, per terra e per mare;
e quant’altre rotture de cojoni un simil frangente comporta – che qui per qui non sovvengono a lui e nemmeno a questo umile cronista,

è montato su tutte le furie***.

E promette sciopero bianco, fronda e guerriglia. Non necessariamente in quest’ordine.

Ma intanto: cosa fatta.
Il carro dell’odiosa realtà si è messo in movimento, e questa povera muta di cagnolini che mi compongono, ormai legati, e ben legati, lo seguirà. Riluttante o meno.
Pregate per noi.

* vero in senso pressoché letterale: il flauto è nello zainetto e lo zainetto è nel portabagagli
** tradendo
*** su una cosa ha indiscutibilmente ragione, e tutta La Legione glie ne dà atto, persino il Pastore Unno stesso: odiamo essere messi davanti al fatto compiuto

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, AriaFritta, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, Fred Flinstone, La Signora, Le Avventure di Smerdjakov, Le Magnifiche Sorti, Noirtier de Villefort, sapevàtelo, Sud, tempi moderni, un po' stanchino. Contrassegna il permalink.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...