Riconversione

 

I vecchi, si sa, amano guardare i cantieri.

La crisi ha però lasciato, Qui, un sacco di cantieri abbandonati e silenti; che fare?

Un vecchio di mia conoscenza si intrufola in un cantiere dismesso con la sua bicicletta, si mette sottovento a un aborto di fabbricato e guarda se stesso all’opera: dieci minuti di passaggio dal La al Si e di scalacromatica, e poi q.b. a un’oretta di cazzeggioimprovvisazione libera – di solito in Fa, ché la diteggiatura è più comoda. Senza impegno, senza metronomo, senza nulla a pretendere.

Anche i vicini ringraziano.

E l’omo* campa.

* fra sognare e fantasticare

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", Accomodante, arbeit macht frei, cazzeggio libero, Dice Il Saggio, E Che So' Pasquale?, Fred Flinstone, LaCredevoUnGranSignore...!, lo Strumento si studia a casa... e da piccoli, Ma Anche, sapevàtelo, Sud, tempi moderni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Riconversione

  1. dmitri ha detto:

    C’è uno, tutte le mattine, in dei giardini lungo il raccordo all’altezza dello svincolo per La Rustica che con leggìo di metallo e spartito suona un boh a fiato. Giuro.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...