«Appunto.»…?

 

(Premetto che a me Napolitano me sta sur cazzo molto – anzi parecchio. Non dirò “per via dell’Ungheria” fra l’altro perché persino io non sono abbastanza vecchio; facciamo, spannometricamente, dall’Eur, e non parliamone più. Eppure.)

La Costituzione della Repubblica Italiana è notoriamente scritta sulla pelle dei coglioni*. Saggiamente, osservo**; visto che era (è) destinata a regolare un Paese priv(at)o (saggiamente, osservo ancora) di qualunque sovranità.

In particolare il “Titolo II (ParteII) – Il Presidente Della Repubblica”  è così fumoso che io personalmente** vedrei gli estremi di “attentato alla Costituzione” giusto nel caso che il Presidente dichiari guerra al Portogallo*** nottetempo via twitter dal cesso di casa sua.

E seguii a suo tempo con una certa sorpresa le vicissitudini di Giovanni Leone (ero abbastanza piccino), con qualche ilarità le performance di Nonno Sandro (ero già un giovanottello), fino all’aperto cachinno sulle inani rimostranze per le intemperanzeesternazioni del già allora fulminatoconclamato Picconatore.

E, a tempo perso**, mi chiedo da sempre perché mai i Presidenti, anche i più coloriti, si autolimitano così tanto nel mettere mano alle sconfinate prerogative che la Costituzione attribuisce loro.
Mi rispond(ev)o, forse un po’ semplicisticamente, che dietro deve esserci, informale e inespresso, un gentlemen’s agreement di vivi-e-lascia-vivere con le altre marionette del teatrino.
Ma che oggi il povero vecchio in carica l’hanno rimasto solo, dopo la morte di Berlusconi, e gli tocca assumersi tutte le parti in commedia.

Ora.

Io capisco che è luglio fracico, i mondiali sono finiti, sticazzi di Astori e Iturbe, e Gaza è lontana, e poi vista e stravista, strasviscerata; e sinceramente ha un po’ rotto i coglioni anche lei.

Io capisco che un ipotetico intellettuale dalla cultura robusta e raffinata, oltre che borghese&benestante e dunque orgogliosamente liberale – uno della gloriosa schiatta borbonico-partenopea che ci ha donato i Croce, i Leone, e i Napolitano stessi – si eserciti nell’arte sua/loro.

Quello che vorrei invece sommessamente osservare è

che quegli altri

quelli che al cesso leggevano Marx invece di Sukia

e manco era una posa, tant’èvvero che l’hanno pure capito

e non hanno mai smesso

e ancora se lo ricordano

(e mi riferisco allo stesso fatto, prima che al contenuto in sé),

farebbero forse meglio a concentrare
la loro sagacia
e la loro indignazione

su

“Titolo III (Parte I) – “Rapporti economici”

e in particolare su

“Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.” (dall’art. 36).

Poi, aho: boh. Sarà estate pure pe’ questo…?
«Appunto.»

 * “elastica”, per quelli cresciuti al disopra**** della Salita der Quadraro
** “e che so’ pasticcieracostituzionalista, io?”
*** e/o magari ar Kansassiri e a un terzo continente a sua scelta
**** e per il fatto stesso la conoscono dunque, elasticamente, come “La Discesa der Quadraro”

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, Accomodante, arbeit macht frei, Blogroll, cazzeggio libero, Diti, E Che So' Pasquale?, Fred Flinstone, gialla come er sole, Ma Anche, Noirtier de Villefort, quelli bravi, rossa come..., sapevàtelo, Sud, UsqueTandem. Contrassegna il permalink.

3 risposte a «Appunto.»…?

  1. un tal lucas ha detto:

    In verità mi ci concentro poco su tale articolo perché sennò mi dovrei dare all’eversione. Intesa come e-versione son già se su una brutta strada.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...