…e che so’ Mario…?

 

…è non avere voluto figli, così…
(Jannacci)

Molto tempo prima di diventare vhemt, e quindi molto (+ n) tempo prima di diventare il vhemt che sono oggi, mi resi comunque conto del fatto che una mia paternità sarebbe stata disastrosa, e me ne sono, hai visto mai, tenuto accuratamente lontano.

Sarei stato un cattivo erogatore di cura&protezione, un cattivo educatore, un cattivo esempio, un cattivo portatore di pagnotta a casa; e prima di tutto un pessimo fornitore di materiale genetico [per completezza, edit: né si trascuri il fatto che, per autoevidenti motivi, l’ipotetica fattrice sarebbe stata di livello pari o inferiore…].

…mi sarei accorto che mio figlio si ggggggrrrrroca?

Non ne avrei avuto bisogno – probabilmente ci saremmo drogati insieme.

***

Tutto ciò premesso, egregio Dottor Reppucci,

il Prefetto fa un altro lavoro. Rappresenta Il Governo.

Difende le Istituzioni.

E certe ovvietà provocazioni deve tenersele per sé.

Attaccare La Mamma, e pubblicamente.

La Mamma Non Si Tocca.

Lei è pazzo, e in ogni caso inadeguato all’incarico.

Fanno bene a rimuoverLa.

Anzi, avrebbe dovuto dimetterSi Lei.

Anzi: suicidarSi.

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", ...ma il più delle volte, AriaFritta, Chi Parla Male, Dice Il Saggio, Diti, E Che So' Pasquale?, In Marcia!, Le Magnifiche Sorti, Ma Anche, sapevàtelo, tempi moderni, UsqueTandem. Contrassegna il permalink.

2 risposte a …e che so’ Mario…?

  1. marcoz ha detto:

    Russel diceva che il guaio del mondo è che le persone intelligenti si fanno un sacco di problemi e si autolimitano, mentre gli stupidi no. Io, che a quanto pare* ho contibuito a mettere al mondo due sfortunati – ma grazie al cielo sono certamente in ritardo non recuperabile per la carriera di Prefetto – ho compreso il concetto troppo tardi, per poter ambire alla prima categoria..

    Detto questo, il dottore di cui sopra ha delle ragioni dalla sua (ma anche no, a sentire il discorso integrale); di certo, come dice lei, uno che non si rende conto delle implicazioni di quello che dice (penso all’uso delle inflessioni dialettali, piuttosto che della lesa maestà dellaistituzione mamma) solleva forti dubbi riguardo alla capacità di rendersi conto da che parte è girato, e quindi di svolgere con lucidità ed efficienza un mestiere sicuramente complesso.

    *scegliere una fattrice pari o inferiore, partendo da un livello già basso, aumenta la probabilità che i figli siano effettivamente tuoi; e questo, se possibile, rende la stupidità ancor più ostinata.

    P.S.: mi scusi, se ho scritto così tanto, ma è che sento molto la tensione pre-agonistica e devo distrarmi.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...