Spingitori

 

L’assurda lotta per spingere un oggetto sferico ed elastico in una area dello spazio delimitata dal suolo e da tre travi di legno o altro materiale, ahimé, mi appassiona sempre meno.

E si che se ne vedono di vivaci, come AtleticoMadrid-Barcellona di mercoledi scorso.

Non mi resta che tentare di interessarmi all’assurda lotta fra quelli che, avendone i mezzi tecnici ed economici, vogliono spingere la natura e riprodurre comunque i propri geni, ma al limite anche quelli di qualcun altro, conosciuto o meno, e partorire con dolore; e quindi cambiare pannolini, pagare piscine, parlare con i professori e a volte con gli avvocati, e così via;

e quelli che, senza riceverne alcun utile né alcun danno, ed essendo comunque anch’essi sostenitori del crescete e moltiplicatevi, glielo vogliono impedire per legge.

Gesti tecnici se ne vedono pochini; la cosa più divertente, finora, sono gli strilli e i lamenti di chi becca un gol.

È poco, lo so; ma per la tv generalista non sono ancora abbastanza vecchio.

(andar consumando la vita fra sognare e fantasticare si fa sempre più arduo. Se lo sapevo mi tenevo occupato anch’io cambiando pannolini eccetera. A quest’ora sarei alle prese con escrementi di seconda generazione.
Peccato. Ma ormai)

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in Accomodante, AriaFritta, cazzeggio libero, E Chi Se Ne Frega, Fred Flinstone, gialla come er sole, Le Magnifiche Sorti, rossa come..., tempi moderni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Spingitori

  1. Hombre ha detto:

    Almeno, per cambiare i pannolini, non serve lo scontrino.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...