Pigro&*Abitudinario

 

Buongiorno. Hai spostato le lancette?

Si; e l’ironia è fuori luogo: il mio orologio ha le lancette, e quello che non ce le ha me lo aggiorna BilGheiz in persona, da remoto; tanto che t’ariposiper la cronaca, ho anche la colonnina di mercurio dentro al termometro**.

Sette mesi sono il lasso di tempo giusto per rassegnarci a cenare col sole, come al buon vecchio Ortopedia – per gli amici MotoClubSangiovanni. E si ricambia, “ché la gente poi ci prende confidenza”. Fanculo pure all’ora legale, tiè.

Scalfari l’hai letto?

Si. Papa Francesco buono buono. E se ce lo dice – e con che insistenza! – un tal pezzo di laico implacabile e lucido, anche di questo ci faremo una ragione.

Vai a vedere lui.

Gawrsh, direbbe Pippo. Grazie. Soprattutto per l’associazione all’Uccello che, spiace ammetterlo, si fa più fuori contesto ogni giorno – ma che dico; ogni minuto – che passa.
Mutatis mutandis; ma anche e soprattutto absit iniuria verbis.

 

* modestamente a me er linguaggio html me spiccia casa, ammè.
** modestamente l’orologio è targato CCCP e il termometro DDR

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in AriaFritta, Blogroll, cazzeggio libero, Fred Flinstone, Li porta sempre così o...?, Ma Anche, Noirtier de Villefort, quelli bravi, Radici, tempi moderni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Pigro&*Abitudinario

  1. giovanni ha detto:

    La prima ondata de polacchi ho comprato un orloggetto a carica.
    La svejia faceva lo stesso rumore de quella con la gallina che becchettava e si aggiornava come un blog, senza nessuna periodicità.
    A malapena sapevi che giorno era, fanculo la corteccia de fero.

    • ricco&spietato ha detto:

      me dispiace che sei arrivato alla fine dei saldi; già ai tempi di breznev e di paolosesto a ostia e a porta portese c’era una colonia di russi che vendevano certi orologgetti da paura.
      i termometri li vendevano direttamente in farmacia, come i binocoli zeiss negli ottici. io binocoli non ne compravo, maccomunque.
      ah… sempre i russi vendevano delle reflex molto manuali e molto apprezzate da chi sapeva fare davvero le fotografie; la marca non me la ricordo, mi dispiace. comunque ricordo che ne regalai una a una signora che la apprezzò molto e che seppe sdebitarsi adeguatamente, per qualche tempo.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...