Vegetariani E Altri Simpatici Mezzi Scemi

 

Premessa I: no, non sono un medico né niente del genere; e d’altra parte questa non è una rivista scientifica: chi volesse contestare quanto segue sulla base di una – peraltro effettiva – carenza di autorità è benvenuto, ma sappia fin d’ora che con questo genere di rilievi di solito io mi ci pulisco il culo; e penso di continuare così.
Premessa II: secondo me l’uomo è un animale carnivoro e frugivoro.
Onnivoro, no.
Traggo queste convinzioni dai canini, e dal fatto che il metabolismo umano tratta i tessuti animali, li assimila e ne trae materia “plastica” ed energia; cosa che, a quanto ne so, col gasolio e con i pallini di piombo non fa.
Premessa III: il fatto che io consideri il vegetarianesimo e affini comportamenti alimentari alla stregua di una malattia mentale non autorizza nessuno a pensare che io sia incline a curarli.
Io sono favorevole alle cure volontarie, ovvero non voglio curare i vegetariani e nemmeno gli anoressici, i tossici, i fumatori, i ciccioni, i froci, i ludopati, i conversatori con amici immaginari, i telespettatori, i motociclisti, gli onanisti,  i juventini, i jambettari, e in generale nessuno che non lo richieda liberamente ed espressamente (al limite possiamo discutere dei minori, tiè; ma cominciando dalla stessa definizione di “minore”).

 

I Vegetariani si lamentano: i loro commensali carnivori a loro dire li insolentiscono continuamente, ledendo le loro libertà di scelta. I più scafati più che dei frizzi si lamentano della noia: sono vegetariano da trent’anni, che battuta pensi di architettare* che io non abbia già sentito.

E hanno ragione.

Ma, amici vegetariani, siete davvero sicuri di non aver cominciato voi?
Anche quelli fra voi – pochi – che non si dedicano al proselitismo non riescono mai ad evitare quell’arietta da uomo nuovo che ha raggiunto una superiore consapevolezza, mutuandola da una legge morale interiore, se non da una Rivelazione**, e che soffre circondato da cavernicoli e mostri subumani e insensibili.

Condividere il desco con voi è imbarazzante e sgradevole anche per noi, fatevene una ragione. Fareste meglio a venire mangiati, cinque minuti prima del calcio di inizio.
Il caffè lo offro io, volentieri; gli amari famo a la romana.

(continua, forse)

 

* io conobbi il mio primo vegetariano che ero adolescente, e ammetto di aver partecipato al “linciaggio” fin troppo entusiasticamente. La mia (nostra, non ero solo) vittima aveva le spalle larghe e sopportava come un vero stoico, lo ammiro ancora a distanza di tutti questi anni. Poi, dicono che non tutti i mali vengono per nuocere, e da questo punto di vista nemmeno la vecchiaia, direi. Non sono molto pentito, ma intanto ho smesso di deridere questo e altri costumi altrui. E soprattutto di attingere coraggio dal branco per.
** anni fa ho frequentato per qualche tempo una coppia di ebrei osservanti, soprattutto lui*** ****. Affettuosi, empatici, colti, stimolanti. Enciclopedici riguardo agli usi e costumi degli ebrei romani, con esauriente appendice di umorismo ebraico. Deliziosi, sempre; a parte quanto segue: al ristorante l’ordinazione si trasformava in una autopsia del menu, col povero cameriere che a ogni domanda rispondeva “mi spiace signore, non sono io il cuoco” e inalberava la faccia “ma perché proprio a me” a volte alternata all’espressione “attento a quello che dici che qui passare per nazista è un attimo”. E gli altri commensali che reprimevano la tentazione di tirare fuori la settimana enigmistica, nell’attesa (lo smartphone ancora non esisteva)
*** superstizioso magari, ma non ingenuo: dichiarava di comportarsi così più per motivi identitari, “politici”, che religiosi*****.
**** lei, docile, lasciava fare e seguiva, la sua ordinazione si riduceva di solito a “lo stesso per me, grazie”. Salvo poi, quando c’erano solo goyim alle viste, sbafarsi epici sfilatini prosciutto&mozzarella***** (questo outing vi è gentilmente offerto da Marino “Giuda” Voglio).
***** eddaje rega’, Yahweh è un dio cattivo: che dire altrimenti di un dio che proibisce i tortellini burro e parmigiano al SuoStessoPopolo?

 

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in ...ma il più delle volte, Accomodante, Blogroll, Chi Parla Male, E Chi Se Ne Frega, Radici, rossa come..., sapevàtelo, tempi moderni. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Vegetariani E Altri Simpatici Mezzi Scemi

  1. marcoz ha detto:

    Se mettono in piedi un contest per il blog più laico che c’è, si consideri votato.

  2. giovanni ha detto:

    Sapevo che avresti versato qualcosa di potabile. Per il sottoscritto si intende.

  3. Rachel ha detto:

    Accidenti!
    Mi sa che dovrò aggiungerti in blogroll.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...