Medley

 

Su, oggi rilassato. Tipo editoriale della domenica; solo, le stelline non le so fare, accontentatevi degli asterischi.

***

E vernacolare, e campanilista, dai. E sboccato, fintopop. Presempio il titolo doveva esse’ “Zibaldone” ma il fanciullino che è in me ha subbito rotto il cazzo: «a montato».

E un sacco di citazioni a casaccio, tipo Tarantino.

E una nuova categoria; storica, verdiana, gioiosamente scorrettissima politicamente, ma inattaccabile per altre vie.

***

Milanesi, fratelli, popol mio!
Mentre noi già eravamo froci, e da mo, bisogna ammettere che voi, sui vostri alberi, ci avete sopravanzato nell’arte del ponte (e del treno). Avete attaccato santambroggio alla madonna e via, a fronte del nostro insignificante 29 giugno (che poi aho’ i patroni nostri so’ due, dovrebbero esse’ due pure i giorni). Certo quest’anno sabato e domenica, peccato.

È pur vero che l’unica volta che me so’ comprato una motocicletta nuova di pacca in vita mia me la consegnarono un ventotto giugno pomeriggio tardi, e io il giorno dopo con la scusa che a Roma era tutto chiuso me ne andai solosoletto a fare il pieno a sud, a Latina, per la precisione a Sermoneta. Il pieno di caprese e velletri, intendo. E l’omo campa.

***

Santambroggio, la Scala! L’Opera.

Io dell’Opera non potrei parla’. Essendo stato un albero (A Birnam, ma anche in Gallia, in Scozia, in Egitto…) la mia percezione della Foresta è parziale e distorta.

Presempio quando ho letto l’appassionato ricordo di Callas da parte di una sciuretta che non l’ha mai sentita per motivi anagrafici, ma che declina evidentemente il dilemma verdiano “le opere per i cantanti o i cantanti per le opere” in “i teatri per il sandaletto o il sandaletto per i teatri”, so’ stato zitto. L’unica cosa che ho fatto è stato riproporzionare i suoi (suoi della sciuretta, non di Callas) teminisaggi su Cornelia e Ipazia, che peraltro lì per lì m’erano piaciuti. E m’è venuta pure voja de scrive’ un pippone su Lauri Volpi, ché tanto sticazzi (no, scherzo. Eccomunque il mio uomo è Matteo Manuguerra, nel caso).

Ma mo che leggo la punta di lancia del giornalismo di destra rilanciare la polemica wagneriana (embé, uno sarà de destra pe’ qualcosa, o no? come disse Woody Allen “non era ancora finito il primo atto e già m’era venuta voglia di invadere la Polonia”) negli originalissimi termini del zum-pa-pa, la nostalgia mi travolge:

perché io purtroppo – o pe’ fortuna – a fa’ du’ chiacchiere co’ Karajan imperzona nun ce so’ arivato mai, ma de wagneriani da Antologia di Selezione ai tempi mia n’ho ammucchiati ‘na cifra.
Facevo l’occhi a casetta dolci e ingenui e je dicevo «sai io so’ borgataro e Wagner lo conosco poco, m’accenneresti quarcosa perpiacere?» e oh, oltre a un po’ de “profumo di vittoria” nient’altro, mai. E allora io: «maddai, maccome, stamo a parla’ de uno che pe’ meno de cinque ore manco apriva er coperchio der pianoforte, e…?»; allora me impietosivo, je canticchiavo un coretto del Tannhäuser che avevo imparato (in italiano, per fortuna – Wagner era favorevole alla traduzione dei libretti nelle lingue locali. Io personalmente sospendo il giudizio; prima de schieramme vojo senti’ “Ella giammai m’amò” in croato o comunque in balconebalcano; ma badate: “Pregherò” m’ha abbastanza preggiudizziato) per famedovere professionale ché c’era un concerto abbastanza ben pagato, e giunto al fin della licenza «sai? Ebbe a dire Victor Hugo che c’è più musica ne LaDonnaÈMobile che in tutto L’Anello; io sono d’accordo con lui, ma per carità, i gusti…».

Insomma, Sciuretta e Lancia: merdate [leggenda metropolitana (nel senso “l’altra sera miocuggino timpanista stava suonando Traviata a TorreDelLago quando…”) raccontata da una vivace violoncellista a proposito di una Violetta gringa alle prese col drammatico recitativo del terzo atto] un avvenire migliore.

Traviata, dunque; comunque vada, sarà un successo; con buona pace delle mogli dei cumenda che aspettavano frementi “Fidelio” per sfoggiare la toilette.

M E R D A !

***

E, niente: buona santamadonna a tutti quelli che sono arrivati fin qui.

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", Accomodante, Blogroll, cazzeggio libero, E Chi Se Ne Frega, L'Immondo Sangue Dei Negri, Li porta sempre così o...?, quelli bravi, Radici, sapevàtelo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Medley

  1. marcoz ha detto:

    Buona santamadonna a lei.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...