Dal vostro inviato a Sparta

 

Qua è successa una cosa divertente e istruttiva, ve la racconto in breve:

Si è sparsa la voce (il vecchio bocca a bocca, ma anche attraverso le reti sociali, ché mica viviamo sugli alberi qui; anzi, volendo, siamo più froci di voi lassù) che gli sportelli bancomat di una certa cassa di risparmio, per altro già abbondantemente disastrata, per un baco nel software erogassero i prelievi senza riportarli sui conti correnti.
In pratica, il bancomat di Cassa**** regalava i soldi. A tutti.

Si sono formate code da stadio. Senza apparenti differenze in quanto a sesso, età, classe sociale, grado di istruzione, tutti si sono precipitati a prelevare tutti i soldi possibili, senza riguardo a scoperti o altri limiti che non fossero quelli della tessera, o quelli del denaro fisicamente contenuto nel povero ATM.

Si è però poi scoperto – che strano eh? – che i saldi non venivano visualizzati aggiornati in tempo reale perché stavano aggiornando il software di visualizzazione, ma che in un arcigno harddisk situato in Kamchatka Citeriore (per motivi fiscali) tutte le transazioni erano implacabilmente custodite, fino all’ultimo leuro.

Oh, il MegaDirettore non ha perso l’occasione di farsi un giretto in televisione, bonariamente dichiarando che le commissioni non sarebbero state addebitate* ai clienti che avessero fatto i bravi e restituito i soldi “nei prossimi giorni”.

Ma impagabili sono state le facce dei “truffati”. Uno non si è proprio trattenuto, ha detto “e va bene, li restituisco, ma, emmaccheccazzo! qua tutti rubano e a me mai una gioia” in mondovisione. E ha soggiunto “vaffanculo non mi resta che tornare a casa a scaricare musica da internet”.

Altri hanno detto io non solo sto in rosso ma me li sono già spendacciati restituire che – mi dispiace è andata così chi ha avuto ha avuto e senza manco esse’ ‘e Napule; hahaha.

Oh, tranquilli eh… tutti col bancomat, quindi tutti maggiorenni & capaci, quindi tutti coll’elettorato attivo. E anche passivo, perché no.

Ma qua è sud; a voi non la si fa. Non così facile.

* io me l’immagino come se lo vedessi, il poliziotto cattivo nel suo ufficetto in banca lontano dalle telecamere: «ah, il dottor Cobram ha detto così? Mi spiace, io non guardo la televisione; appena mi arriva il Proclama Regio scritto con sangue di marrano ti aggiorno i conti, non preoccuparti; per adesso sei andato sotto di milleseicento, e la commissione di massimo scoperto, come sai, è del 49% al secondo. Stai sereno.»

 

Annunci

Informazioni su ricco&spietato

so' tornato,
Questa voce è stata pubblicata in "E stiamo bei freschi di tasse e tutto, Natalia", In Marcia!, Sud, tempi moderni. Contrassegna il permalink.

...dicaaaaaaa...!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...